La costruzione delle Mura di Lucca risale al periodo rinascimentale che intercorre dalla prima metà del Cinquecento alla metà del Seicento e si è conservata integra fino ad oggi. Da un punto di vista architettonico, le Mura si compongono di dodici cortine a terrapieno, che congiungono tra loro undici baluardi, con paramento in laterizio, di dodici metri d’altezza e trenta di larghezza alla base. 

Originariamente le porte di accesso erano soltanto tre:

  • Porta San Pietro (1565), oggi in direzione della stazione ferroviaria;
  • Porta San Donato (1590), oggi quella antica si trova all’interno delle mura in Piazza San Donato, è rimasta in funzione per circa 50 anni quando è stata sostituita da quella nuova e attuale;
  • Porta Santa Maria (1592), che si apre su Piazza Santa Maria.

Oggi se ne contano ben 6. Nei primi anni del 1800, infatti, è stata aggiunta Porta Elisa (1811) verso est, dedicata a Elisa Baciocchi (sorella di Napoleone e Principessa di Lucca dal 1805 al 1814). Le più recenti, entrambe risalenti alla prima metà del 1900, sono Porta San Jacopo e Porta Sant’Anna (dai lucchesi chiamata “il buco” per distinguerla dalle porte storiche).

Translate